Chiudi finestra

Il termine counseling:

Il termine counseling non e' traducibile in italiano con una sola parola poiche' significa sia consulenza (fornire un parere professionale su un certo problema) sia consiglio (fornire un indirizzo operativo che guidi concretamente alla risoluzione di un problema) che aiuto (fornire un supporto psicologico durante un periodo particolarmente difficile). E' in sostanza un termine che comprende tutte quelle disparate forme di intervento professionale dello psicologo/counselor che vanno dall'ascolto e condivisione emotiva di paure e bisogni di una persona in difficolta' all'agevolazione di precise forme di comportamento che il cliente sceglie e decide di attuare per risolvere un problema specifico. Il significato e' ampio poiche' abbraccia una sostanziale porzione del lavoro specifico dello psicologo, dall'ascolto alla valutazione diagnostica alla terapia.

Il counseling Ŕ l'uso intelligente della relazione per agevolare l'autoconoscenza, la crescita e l'accettazione emotiva e lo sviluppo ottimale delle risorse personali.

Il suo scopo principale Ŕ quello di fornire la possibilitÓ di lavorare sul proprio stile di vita in maniera pi¨ soddisfacente e proficua.

I rapporti di counseling variano a seconda delle necessitÓ, tuttavia possono riguardare argomenti relativi allo sviluppo psicofisico, avere come obiettivo la capacitÓ di risolvere i problemi, di prendere decisioni importanti, di affrontare e attraversare i periodi di crisi, di sviluppare una certa conoscenza ed intuizione personale, di esplorare i sentimenti conflittuali interni (intrapsichici) e migliorare le proprie capacitÓ di relazione con gli altri.

Il ruolo del counselor consiste nel facilitare il lavoro del cliente rispettando i suoi valori, stimolando le sue risorse personali e la sua capacitÓ di autodeterminazione e autorealzizzazione.

tratto da: IdentitÓ Diverse:
R.Del Favero/M. Palomba, 1996 Kappa ed.

 

Chiudi finestra