ORIENTAMENTO AL FEED-BACK

(Feed = nutrire, alimentare - Back = indetro)

Esso è un rifornimento indietro, un messaggio, di solito verbale,
 il ritorno di un effetto su una causa che ne resta condizionata.
Assume una notevole rilevanza ed è di grande utilità nel gruppo,
sia per chi effettua una esplorazione sia per chi ne è testimone.

     Durante un lavoro terapeutico effettuato con abreazione catartica la persona vive un momento di estrema delicatezza sia a livello psichico sia corporeo,
come stare in una sala operatoria, perciò necessita di attenzione e molto rispetto.

                 Dopo il lavoro, essendo la persona ancora fragile,
il feed-back può essere nutriente        da arricchire o dannosamente indigesto.  
     Per gestire le violenze gratuite di tipo reattivo è utile contenere il 'VI S S I' : Valutare (giudicare) - Indagare - Sostenere eccessivamente - Spiegare, soluzionare, consigliare - Interpretare.

Modalità di feed-back  (fenomenologico)

Mentre Tu lavoravi: 

ho VISTO (mani chiuse, mimica....)  
ho ASCOLTATO (che dicevi, citavi...)
ho IMMAGINATO (che eri arrabbiato....)
e ho SENTITO (in me calore, tensioni....)

             ORA/ADESSO

in questo momento:    Ti VEDO (che hai una posizione....)

                                   IMMAGINO (che sei soddisfatto....)

                                   PENSO (che sei irritato....)

                                e SENTO (il cuore che mi batte forte....)

     Per un FEED-BACK con un coinvolgimento partecipativo si può aggiungere : "durante il  Tuo lavoro ho rivissuto insieme con te un momento particolare della mia infanzia con un mio amico o parente caro... sono commosso o rabbioso, ecc..."

Va ricordato che la terapia è fatta di Regole che servono soprattutto a chi non possiede regole funzionali.

 

Materiale didattico http://www.aspic.it

Chiudi finestra